11/06/18

Ricevere trattamenti reiki a distanza: le domande più frequenti

Stai pensando di richiedere ad un operatore trattamenti Reiki a distanza ad integrazione o sostituzione di quelli in presenza? E' molto probabile che la tua testa sia affollata da una serie di domande e dubbi. Spero che le considerazioni che seguono possano rappresentare un aiuto per orientarti e supportare le tue scelte. 
Per ogni chiarimento, non esitare a contattarmi.

Come è possibile ricevere un trattamento di Reiki a distanza, è magia?
Nessuna magia, solo fisica. Leggi questo articolo.


Quali sono i vantaggi di un trattamento Reiki a Distanza rispetto a quello in presenza?
  • Possibilità di effettuare il trattamento senza la necessità di toccare fisicamente la persona che lo riceve.
  • Possibilità di fornire "alti dosaggi".
  • Maggiore versatilità del trattamento. Molte persone conducono una vita e svolgono un lavoro che rendono loro davvero difficile programmare trattamenti Reiki in presenza.
  • Minor costo. Ebbene sì, anche questo è un ottimo motivo per sperimentare i trattamenti a distanza.

Quando utilizzare il Trattamento a Distanza e con chi?
  • In caso di disturbi cronici di lunga durata.
  • In caso di semplice lontananza geografica.
  • In caso di trattamenti da effettuare a persone gravemente ammalate che non possono spostarsi, che magari sono allettate, non facilmente raggiungibili, in isolamento (vedi un'interessante ricerca in proposito).
  • In situazioni di emergenza che necessitano di maggiori quantità di Reiki in poco tempo.
  • Per alternare i trattamenti in presenza e prolungare la fase di "mantenimento" del dosaggio Reiki. Magari in attesa di frequentare un Corso di Reiki e rendersi autonomi.
  • Un'ottima applicazione del Reiki a Distanza è quella con gli animali in quanto è molto più facile realizzare trattamenti soprattutto se non si conoscono o se sono particolarmente sofferenti (un animale con forti dolori o estremamente spaventato difficilmente si fa avvicinare). 
  • Con neonati e bambini che magari sono più difficilmente avvicinabili da estranei oppure che hanno difficoltà a stare fermi.

Come scegliere un Operatore?
Per ricevere un trattamento di Reiki a Distanza occorre rivolgersi ad un operatore Reiki che abbia almeno il 2° livello Reiki. Gli operatori di 3° livello che si sono formati con la Scuola ilReiki potranno effettuare a distanza anche il cosiddetto "Reiki Spirituale" che lavora principalmente sulla nostra sfera più profonda ed effettuare le sessioni a distanza previste nel ciclo di Allineamento Reiki.

Quanto dura una sessione di Reiki?
Se ti appresti a ricevere un trattamento di Reiki a distanza il consiglio è ritagliarsi almeno una mezzoretta di relax. 

Quale posizione devo assumere?
E' sufficiente rilassarsi in una posizione comoda, seduti o sdraiati.  

Occorre prendere un appuntamento preciso? 
In linea di massima sì. Se le proprie abitudini di vita e di lavoro sono regolari può risultare utile realizzare i trattamenti in fasce orarie concordate (per esempio dopo pranzo per chi è abituato a fare un pisolino, oppure nelle ore notturne. Ma è anche possibile negoziare di sessione in sessione l'orario adattandolo agli impegni del giorno.

E se mentre ricevo il trattamento succede qualcosa?
Se hai bisogno di alzarti, muoverti, magari per andare in bagno, lo puoi tranquillamente fare. Il trattamento non si interromperà, l'Energia Reiki non smetterà di agire! Il relax è consigliato semplicemente per permetterti l'autoascolto nelle condizioni migliori e per godersi al meglio lo stato di rilassamente che spesso un trattamento Reiki produce.

Quante sessioni di trattamento di Reiki a distanza sono necessarie?
Dipende molto dall'obiettivo del trattamento stesso (agire su un problema recente ed acuto oppure su un problema cronico). In genere si consiglia almeno 1 Ciclo di 4 sessioni (di un'ora ciascuna) ravvicinate nel tempo (l'ideale è 4 giorni a fila oppure all'interno di una stessa settimana).

Quanto costa un trattamento Reiki a distanza?
Le mie tariffe sono allineate con quelle della Scuola ilReiki della quale rappresento un Operatore suggerito: 15€ fino a 4 sedute, 10€ da 5 in poi.

Quali sensazioni avrò durante un trattamento di Reiki a distanza?
La gamma di sensazioni avvertibili durante un trattamento è veramente molto ampia e soggettiva. Dipende molto dal proprio punto di partenza (quando l'energia Reiki arriva come mi trova dal punto di vista psico-fisico) ma anche dalla propria capacità/allenamento all'ascolto delle sensazioni. E' preferibile non fare un elenco di sensazioni possibili per non suggestionare troppo la persona che voglia sperimentare un trattamento. Quello che è possibile anticipare è sicuramente la sensazione molto diffusa di rilassamento profondo.

Quali benefici visibili otterrò? 
Rispetto ai risultati ed ai vantaggi che puoi conseguire il Reiki a distanza non differisce da quello in presenza. La tecnica Reiki funziona con gli stessi principi e meccanismi. Leggi qui.

Ma se non ci credo il Reiki a distanza funziona lo stesso?
Il Reiki funziona indipendentemente dal fatto che chi lo pratica o riceve ci creda o meno. Ne è dimostrazione lampante il fatto che si ottengono risultati anche su animali, piante, persone incoscienti e bambini molto piccoli, prova evidente che non si tratta di autosuggestione.

Il Reiki sostituisce le altre terapie mediche? 
Assolutamente no, anzi al contrario il Reiki si integra molto bene con ogni tipo di medicina, sia essa allopatica, omeopatica, ecc., ed anche con le terapie psicologiche, soprattutto il Reiki a distanza che può essere utilizzato contemporaneamente aricoveri ospedalieri o situazioni in cui non è possibile avvicinare fisicamente la persona ammalata (terapia intensiva, isolamento....).

Qualche consiglio 
Se ti appresti a ricevere una serie di trattamenti reiki a distanza nel tempo ti consiglio di tenere una sorta di "diario" (meglio se scritto) che raccolga la qualità della tua vita prima e dopo il ciclo di trattamenti. Se non ci poniamo caso spesso ci sono miglioramenti di cui non ci rendiamo conto. Ci accorgiamo subito quando stiamo male, ma se miglioriamo alcuni parametri del nostro benessere psico-fisico e non siamo molto allenati all'autosservazione, questo ci può sfuggire.