24/08/17

Il Reiki per la depressione: benefici e risultati

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la depressione colpisce circa 400 milioni di persone in tutto il mondo. Quando non viene trattata correttamente, questa condizione riduce fortemente la qualità della vita della persona e può portare ad una serie di gravi conseguenze. Esistono molti modi di trattare la depressione ma, indipendentemente dai metodi di scelti, le persone che affrontano i sintomi della depressione possono beneficiare anche del Reiki e dei suoi trattamenti in combinazione con i programmi di cura tradizionali.


La tecnica Reiki può aiutare come terapia complementare
La depressione è una condizione molto comune che fa sperimentare sensazioni di tristezza, colpa, perdita di interesse nelle attività divertenti, disturbi d'appetito, bassa autostima e problemi di sonno. Può influenzare le persone, indipendentemente dall'età, dal sesso, dall'etnia, dall'occupazione o da qualsiasi altra caratteristica. Può attivarsi dopo un trauma specifico, come un lutto in famiglia, la perdita del lavoro o una grave malattia, ma può verificarsi anche senza una causa apparente.Se non trattata, la depressione può influenzare la qualità della vita della persona, le sue relazioni personali, la sua vita professionale. Nei casi peggiori, la depressione può persino provocare la totale invalidità o il suicidio. Proprio perché può essere così grave, trovare un trattamento efficace per la depressione è essenziale. Pertanto, la ricerca di un professionista qualificato e specializzato in programmi di trattamento per la depressione è il primo passo da compiere. 

Il Reiki può essere utile per le persone affette da depressione in vari modi portando diversi benefici:
  • Migliore equilibrio mentale e fisico. Il Reiki può aiutare a ripristinare il senso di equilibrio globale di una persona, sia nella mente che nel corpo. Questo può aiutare a migliorare l'umore della persona e aiutarlo a superare i sensi di colpa e/o la tristezza.  
  • Rilassamento. La depressione è spesso accompagnata da ansia. Il Reiki favorisce il rilassamento che può aiutare a combattere questa ansia. 
  • Proattività. Molte persone depresse sentono di non avere il controllo delle proprie vite. Quando un cliente partecipa a una sessione di Reiki, sta facendo qualcosa di proattivo per se stesso. A maggior ragione se decide poi di frequentare un Corso di Reiki e rendersi autonomo autotrattandosi da solo.
  • Miglioramento delle relazioni. Uno dei sintomi più comuni della depressione è l'allontanamento da familiari ed amici e la sensazione di essere disconnessi da altri. Il Reiki aiuta a ricreare connessioni partendo da quella con l'operatore.
  • Diminuzione dello stress. Lo stress può contribuire allo sviluppo della depressione, e lo stress continuo può anche peggiorare i sintomi della depressione. Reiki può contribuire ad alleviare lo stress del cliente.
A breve termine, il Reiki eleva l'energia vitale del paziente e come trattamento iniziale di emergenza è estremamente efficace. Questo perché la depressione di solito comporta un abbassamento dei livelli di energia della persona. Una persona depressa si sente stanca, ha bassa energia, non ha voglia di affrontare il mondo. Il Reiki aumenta la forza personale, il desiderio di vivere e continuare a combattere. Allo stesso tempo equilibra, permettendo di visualizzare i propri problemi in un contesto più realistico. A lungo termine, il Reiki comincia a lavorare sulle cause del problema e non solo sui sintomi. Anche se la causa sembra essere al di là del nostro controllo (un problema del lavoro, per esempio), il Reiki aiuta a cambiare il nostro atteggiamento verso quella situazione.

L'impatto del Reiki sulla depressione: alcuni studi

Una ricerca pubblicata nel 2011 e intitolata "A Randomised Controlled Single-Blind Trial of the Efficacy of Reiki at Benefitting Mood and Well-Being" esamina l'impatto del Reiki su ansia e depressione. 
Durante il XX Congresso Nazionale S.I.M.P. Società Italiana di Medicina Psicosomatica, “L'ansia nella clinica e nella società attuale. Prospettive di formazione - prevenzione e terapia”, che si è tenuto a Verona dal 20 al 23 ottobre 2005 è stato presentato il lavoro Reiki, una cura spirituale dell’ansia, della depressione e del dolore in clinica degli autori: Cofrancesco E., Merati L., (Dip. di Scienze Medico chirurgiche, Università di Milano e Centro Ambulatoriale di Medicina Psicosomatica, Ospedale San Carlo Borromeo, Milano).



   

Nessun commento:

Posta un commento