13/11/16

Il pronto soccorso Reiki

Non c'è niente da fare, nel pronto soccorso e nelle situazioni d'emergenza il Reiki offre il meglio di sè. Almeno per quanto riguarda la visibilità tangibile ed immediata dei risultati. Chi pratica Reiki da tempo sa benissimo che, in realtà, il Reiki trasforma la vita di chi voglia dedicargli tempo ed energie lentamente e lo fa più sul piano mentale/emotivo. Ma per poter apprezzare i risultati di questo cambiamento un pò di tempo ci vuole. Con alcuni di più, con altri di meno (perchè dipende dalla situazione di partenza che l'Energia Reiki trova quando arriva), ma in ogni caso occorre avere un pò di pazienza. Con il pronto soccorso invece.....

Chiariamo le caratteristiche di un episodio di pronto soccorso che possa trarre beneficio da un trattamento Reiki d'emergenza. Si tratta di un evento in genere improvviso, con sintomi forti ed evidenti (ma non è detto, per esempio il principio di congestione inizia con nausea, mal di testa e giramento di testa). La caratteristica principale è che l'episodio è recente, fresco, per questo l'Energia Reiki riesce ad agire in modo specifico visto che è attirata dal disequilibrio, andrà proprio lì dove il disequilibrio si sta creando.
In questi casi l'ideale, ovviamente, è essere un Reikista/Operatore che opera un trattamento di pronto soccorso su se stesso agendo in modo ultratempestivo oppure che si viene a trovare in una situazione da pronto soccorso e può agire al momento su altre persone.
Altrimenti un Reikista/Operatore (che abbia almeno il 2° Livello Reiki) può essere contattato telefonicamente perchè possa agire prontamente anche a distanza.
Qualsiasi intervento che agisca in seguito (lasciando passare del tempo) sarà comunque utile ma i risultati appariranno meno evidenti e saranno meno veloci. Rappresenteranno in ogni caso un ottimo supporto al processo di convalescenza.

E' bene sottolineare che il pronto soccorso Reiki non sostituisce assolutamente le normali procedure di pronto soccorso di tipo medico ma rappresenta un utile supporto anche in funzione dell'attesa dell'arrivo dei soccorsi.

Qualche esempio di casi in cui è molto utile il pronto soccorso Reiki sul piano fisico:
  • ferite da taglio
  • ustioni
  • distorsioni
  • contusioni
  • strappi muscolari
  • punture d'insetto
  • reazioni allergiche
  • cali/aumenti improvvisi di parametri fisici (per esempio glicemia e pressione)
  • ..........
Gli accorgimenti da tenere durante il trattamento Reiki di pronto soccorso sono davvero minimi. E' sufficiente rispettare le classiche regole di igiene e sicurezza (mettere la mano sporca sopra una ferita aperta non è il massimo....).  E' bene inoltre tenere conto dell'effetto principale che l'Energia Reiki produce: l'accelerazione del normale ripristino dell'omeostasi. Evitare quindi per esempio di operare direttamente su una frattura scomposta prima che sia stata sistemata da un medico.

E' bene sottolineare che il pronto soccorso Reiki è utilizzabile non solo in presenza di eventi fisici ma anche di episodi emotivi come paure improvviste, attacchi di panico, situazioni di dolore (per esempio ricevere la notizia di un lutto). Anche perchè, soprattutto in situazioni d'emergenza, l'aspetto fisico e quello emotivo non sono facilmente separabili. Un incidente fisico porta con sè anche emozioni di paura ed ansia, come una notizia dolorosa può scatenare sintomi fisici di reazione (capogiri, nausea, svenimento.....). Se l'aspetto emotivo è predominante nel pronto soccorso è utile impiegare le tecniche di 2° livello.

Per quanto riguarda gli interventi Reiki per situazioni estremamente urgenti ed in casi particolarmente gravi approfondisci il servizio SOS Reiki.

Nessun commento:

Posta un commento