15/10/16

Terapie energetiche, Reiki e diabete mellito

Nel 2001 sulla rivista Diabetes Spectrum Journal (agosto; 14 (3): 149-1539) è apparso un articolo intitolato "Terapie energetiche e diabete mellito" scritto da Diana W. Guthrie e Maureen Gamble. Le conclusioni espresse nell'articolo sono molto interessanti e considerano il Reiki ed altre terapie energetiche degli utili strumenti per i pazienti con diabete......


Le persone con diabete richiedono interventi molteplici per raggiungere i loro obiettivi glicemici. Questo articolo si concentra sulle terapie energetiche che comportano la presenza di un terapeuta, sia in presenza che a distanza. La letteratura sulle terapie energetiche rispetto al diabete è scarsa, ma esiste la possibilità che questo tipo di trattamenti possa aiutare le persone con diabete nel raggiungimento degli obiettivi per la normoglicemia ed una qualità della vita migliore.
L'energia è intorno a noi e dentro di noi, interagisce internamente ed esternamente. L'influenza della malattia sui campi eenergetici del corpo e viceversa sono aree poco esplorate nella medicina occidentale. La medicina allopatica occidentale si concentra tipicamente sulla malattia, mentre la guarigione energetica si concentra sulla connessione mente-corpo-spirito.
La medicina energetica può essere utile come terapia complementare da aggiungere agli approcci medici allopatici standard.
L'influenza dell'energia sui livelli di glucosio nel sangue è facile da supporre. Il diabete è una condizione sistemica che influenza tutti i sistemi del corpo producendo una vasta gamma di sintomi:  funzione cognitiva abbassata, irritabilità, depressione, letargia.
Medicina energetica è un intervento interpersonale non farmacologico che porta a variazioni di calore, il freddo, la congestione, la circolazione, o processi sensoriali.
Praticare terapie energetiche come il tocco terapeutico, il Reiki, i massaggi e l'agopuntura, può avere un ruolo nella gestione del diabete? Le terapie energetiche possono aiutare a ripristinare l'equilibrio, la salute, normalizzanodo i livelli di glucosio nel sangue? Stiamo aspettando risposte definitive a queste domande.
Secondo gli autori il potenziale delle terapie energetiche per il diabete è grande. Allo stato attuale, queste terapie hanno pochi effetti collaterali noti e numerosi vantaggi potenziali. Tuttavia, come con tutte le terapie non dimostrate, occorre muoversi con cautela. Ad esempio, i professionisti ed i pazienti che prendono in considerazione l'uso dell'agopuntura per il sollievo dalla neuropatia diabetica devono prendere in considerazione l'aumento del rischio di infezion.e
Le terapie energetiche e di rilassamento, se usate in soggetti con diabete, dovrebbero essere accompagnate da un monitoraggio del glucosio nel sangue e dall'adattamento dei farmaci quando i livelli di glucosio nel sangue, il dolore ed il disagio dimunuiscono. Catecolamine come l'adrenalina e noradrenalina, rilasciate dal corpo in risposta all'uso di una terapia energetica, aumentano la lipolisi e la termogenesi, con conseguente aumento dispendio energetico e potenziale cambiamento di peso.
Chiaramente, ulteriori studi sono necessari per affrontare specificamente gli effetti di queste varie terapie energetiche sulle diverse popolazioni diabetiche.
Gli iniziali risultati della ricerca ed una lunga storia di utilizzo in altre culture indicano un certo grado di sicurezza e promettono che gli approcci energetici possono migliorare il raggiungimento ed il mantenimento del livello di glicemia.

Fonte ed articolo completo: Diabetes Spectrum

Nessun commento:

Posta un commento