13/02/17

Il Reiki all'Istituto Oncologico Mantovano

Si tratta di un'iniziativa dell'Istituto Oncologico Mantovano all'Ospedale Carlo Poma di Mantova destinata ai reparti di Oncologia e Cure palliative. Il Reiki, insieme ad altre tecniche, è utilizzato per valorizzare il tempo e lo spazio dell'attesa, che negli ospedali sono generalmente carichi di ansia, in particolare per pazienti che soffrono di malattie oncologiche e terminali. Le attività vengono proposte a pazienti e familiari dalle strutture di cure palliative e oncologia.


L'iniziativa – presentata, tra gli altri, dal direttore sanitario del Carlo Poma Maurizio Galavotti, dal vice primario di oncologia Roberto Barbieri, dal primario delle cure palliative Laura Rigotti, dalla responsabile infermieristica di Cure palliative Rocio Cabarcas, il presidente dello Iom Attilio Anserini e la psicologa dello Iom Paola Aleotti – nasce dalla collaborazione tra oncologi, palliativisti e volontari con l'obiettivo di consolidare idee già esistenti e introdurne di nuove.
«Si tratta di tecniche "diversionali" basate su un'unica ipotesi – ha spiegato Galavotti – il cambiamento dello stato psicologico può ripercuotersi positivamente a livello organico, attraverso il coinvolgimento del corpo. I benefici attesi sono molteplici: miglioramento della qualità della vita, effetto rilassante e riequilibrante, accrescimento della consapevolezza, distacco emotivo anche se temporaneo da situazioni stressanti, controllo dell'ansia, miglioramento della comunicazione e della relazione tra malati e operatori sanitari».

Nessun commento:

Posta un commento