06/02/17

Come ricevere Reiki: sdraiati a terra, su un lettino o seduti?

Nei Trattamenti Reiki è possibile assumere diverse posizioni. Non stiamo parlando dei punti dove l'operatore posiziona le proprie mani ma piuttosto delle posture assunte dal ricevente (a terra, su un lettino o su una sedia) e di conseguenza di quelle dell'operatore. Ogni opzione ha pro e contro. Non esiste quindi una scelta migliore in assoluto ed occorre individuare quella più coerente tenendo conto di una serie di elementi.....

Nell'orientarsi tra le varie possibilità può essere utile valutare:
  • gli aspetti prettamente pratici ed i vincoli esistenti (specifici punti del corpo da trattare sono più o meno raggiungibili a seconda della postura assunta dal ricevente, lo spazio/setting a disposizione può variare, gli interventi a domicilio pongono dei limiti....);
  • le preferenze soggettive del ricevente sia psicologiche che fisiche (persone con particolari patologie possono avere difficoltà posturali specifiche);
  • la comodità dell'operatore (non è di secondaria importanza la comodità fisica di chi invia il Reiki soprattutto se lo si fa con una certa frequenza e per professione).
Posizione a terra
Ha il grande vantaggio di far "radicare" a terra, cosa di cui le persone, soprattutto nella società attuale, hanno davvero un gran bisogno. Materassini, futon, piedi scalzi e teli colorati stesi sul pavimento possono però creare una bella atmosfera, molto orientale sì.... ma decisamente scomoda. Per tutti, soprattutto per l'operatore che vedrà sollecitati moltissimo, schiena, articolazioni delle gambe e piedi.

Lettino da massaggio
E' indubbiamente la soluzione più comoda. Non tutti i reikisti hanno spazi idonei o sono dotati di lettino da massaggio (ma in genere chi lo fa per professione sì). In mancanza di un vero e proprio lettino può avere una funzione simile anche un semplice tavolo da cucina (possibilmente lungo e stretto) dove posizionare un bel piumone morbido.
In alcuni particolari tipi di trattamento, come l'Allineamento Reiki, il lettino (con il classico foro per posizionare in posizione prona la testa) è fortemente consigliato perchè permette di assume una postura con la colonna vertebrale il più possibile in linea.

Sedia
L'utilizzo di una sedia può servire nei casi in cui sia difficile far stendere la persona (per esempio con alcuni pazienti anziani), in occasione di trattamenti più veloci, in mancanza di spazio. Chiaramente l'utilizzo della posizione seduta penalizza decisamente il rilassamento per il ricevente.

Sia nella posizione a terra che nell'opzione lettino, può essere utile chiedere al ricevente, soprattutto se ha problemi di schiena, se gradisce un supporto (tipo i tubi impiegati dai fisioterapisti) da mettere sotto le ginocchia (nella posizione supina). Anche un semplice cuscino può assolvere a questa funzione.

Se sei interessat* ad un Trattamento Reiki, troveremo la soluzione più idonea per te. Contattami.

 

Nessun commento:

Posta un commento