05/08/16

Reiki e cancro al seno: i consigli di breastcancer.org

Breastcancer.org, organizzazione senza scopo di lucro dedicata a fornire un'affidabile, completa e aggiornata informazione sul cancro al seno e la salute del seno attraverso la sua comunità online, ha inserito nel suo sito la tecnica del Reiki descrivendola e fornendo utili consigli per le donne operate di tumore al seno. Conferma, questa (se mai ce ne fosse ancora bisogno) di quanto ormai il Reiki sia entrato a pieno titolo nel mondo della sanità, negli ospedali e soprattutto in tutti i contesti dove sono presenti pazienti oncologici.

Tradotto ed adattato da Breastcancer.org

Che cosa è ReikiIl Reiki è una tecnica giapponese che viene utilizzata attraverso le mani. Reiki significa "energia vitale universale". L'energia circonda e si muove all'interno del corpo umano ed il Reiki tenta di bilanciare il flusso di questa energia e stimolare capacità di auto-guarigione del corpo.Anche se non ci sono studi scientifici che dimostrano che il Reiki è efficace nel trattamento qualsiasi malattia, un trattamento di Reiki può essere in grado di produrre rilassamento profondo, calore o sonnolenza, maggiore benessere.

Cosa aspettarsi in una tipica sessione di ReikiIl Reiki può essere eseguito in una grande varietà di ambienti: uffici, cliniche, ospedali e case private. Durante una sessione di Reiki la persona si siede o si sdraia completamente vestita.L'operatore Reiki metterà le sue mani a contatto con il corpo della persona o a pochi cm di distanza, utilizzando una serie di posizioni delle mani differenti.L'operatore Reiki sosta in ogni posizione dai 2 ia 5 minuti. Le posizioni vengono in realtà mantenute fino a quando l'operatore sente che in quel punto il Reiki ha terminato di dare riequilibrio.
Le sessioni possono durare da 30 a 90 minuti.
Dopo una sessione di Reiki ci si sente profondamente rilassati.

 

Requisiti per dare ReikiNon ci sono prerequisiti speciali per utilizzare il Reiki se non essere stati addestrati alla tecnica. Esistono molte scuole di Reiki e la maggior parte di esse scuole hanno da 3 a 4 livelli o gradi di formazione. Ogni livello richiede da 1 a 2 giorni di formazione.Il Reiki deve essere studiato sotto la guida di un insegnante di Reiki esperto. Ad ogni livello, gli studenti ricevono una "attivazione", o iniziazione energetica. In queste iniziazioni si ritiene di attivare la capacità di accedere all'energia Reiki. Dopo alcuni anni, uno studente può studiare per diventare un maestro di Reiki (un  insegnante di Reiki che può eseguire attivazioni). 
Ricerca sul Reiki in persone con il cancroMentre ci sono molte testimonianza personali circa i benefici di Reiki, non tutti gli studi di ricerca scientifica per dimostrare l'efficacia del Reiki sono ben progettati. Le persone in ogni caso segnalano che il Reiki accresce la sensazione di benessere, riduce lo stress e aiuta ad alleviare il dolore cronico.In un piccolo studio canadese pubblicato nel 1997, 20 volontari con dolore, alcuni dei quali avevano avuto il cancro, sono stati trattati da terapisti Reiki certificati per stabilire se Reiki potesse essere un utile integrazione ai farmaci contro il dolore. Subito dopo il trattamento Reiki, le scale di misurazione del dolore hanno mostrato una riduzione del dolore nei volontari. Dal momento che tutti i partecipanti hanno avuto Reiki e non poteva essere paragonato a qualsiasi altro gruppo, i risultati sono stati difficili da interpretare.Un altro studio ha mostrato che, mentre il Reiki ha migliorato la qualità della vita per le persone con il cancro, ma non ha ridotto la quantità di farmaci del dolore utilizzati. 

Cose importanti da considerare prima di provare ReikiIn generale, Reiki è considerato una pratica sicura. Tuttavia, dopo un trattamento di Reiki, alcune persone possono avere sintomi quali: mal di testa, mal di stomaco, stanchezza, debolezza.Questi sintomi possono indicare che il corpo sta rilasciando tossine. Può essere utile riposare, bere molta acqua e mangiare pasti leggeri.


Nessun commento:

Posta un commento