16/08/16

Gli effetti del Reiki dopo la chemioterapia: uno studio

Nel 2012, per un periodo di 6 mesi, gli adulti sottoposti a chemioterapia (Centro di infusione) in un ospedale universitario hanno ricevuto Reiki attraverso un servizio di volontari e sono stati invitati a completare un sondaggio chiedendo loro i cambiamenti percepiti dopo il Reiki. Le variazioni rispetto alla percezione del dolore, allo stato dell'umore, all'angoscia, alla qualità del sonno e dell'appetito e sono stati valutati su una scala a 5 punti da nessun beneficio a grande beneficio. Le indagini sono state effettuate dopo aver completato il trattamento e sono state restituite in buste preaffrancate.


Lo studio è stato effettuato da Marcus, D. A., Blazek-O'Neill, B., & Kopar, J. L. e pubblicato sull'American Journal of Hospice and Palliative Medicine nel 2013.


RISULTATI dello studio "Symptomatic improvement reported after receiving Reiki at a cancer infusion center." (Fonte PubMed)

Un totale di 145 questionari sono stati completati (tasso di risposta 34,5%), con 47 partecipanti visti nel centro di infusione cancro e 98 in altre zone dell'ospedale. Il Reiki è stato valutato come una esperienza positiva dal 94% presso il Centro e dal 93% degli altri. Il 92% presso il Centro e al di fuori si sono dichiarati interessati a ricevere ulteriori sedute di Reiki.
Il miglioramento della sintomatologia è risultato simile per le persone del centro del cancro e gli altri, rispettivamente da molto a grande miglioramento per:
il 89% e 86% per il relax,
il 75% e il 75% per l'ansia/paura,
81% e 78% per il miglioramento dell'umore,
il 43% e il 35% per il miglioramento del sonno,
il 45% e il 49% per la riduzione del dolore,
il 38% e il 43% per la riduzione di isolamento / solitudine,
il 30% e il 30% per migliorare l'appetito.
il 75% e il 63% per il miglioramento dell'atteggiamento.

CONCLUSIONE
Da questi studi sul Reiki sono emersi una vasta gamma di benefici sintomatici, compresa un miglioramento dei sintomi comunemente legati al cancro.

Nessun commento:

Posta un commento